PREMIO DELLA CRITICA 2022 – CHIAMATA PUBBLICA PER “LA DIVINA COMMEDIA”

Il Premio ANCT 2022 va a “La Divina Commedia, chiamata pubblica” del Teatro delle Albe per la capacità di frequentare il teatro come concentrato di comunità, per la forza di un progetto che ha saputo portare in scena le tre cantiche della Commedia di Dante Alighieri coinvolgendo centinaia di cittadini, trasformando la città di Ravenna in palcoscenico e facendo del poema dantesco, dal 2017 al 2022 con la pausa indotta dalla pandemia, un testo comune di appartenenza culturale e identitaria. Le tre cantiche (Inferno nel 2017, Purgatorio nel 2019 e Paradiso nel 2022) hanno visto il coinvolgimento della gente ravennate, hanno visto la partecipazione dei ragazzi della non-scuola, dell’intero staff delle Albe in un comune, grande progetto non di messa in scena, ma piuttosto di messa in comune di un patrimonio culturale che ci appartiene e ci definisce e che con potenza ci parla. In tutto questo il teatro – negli anni del distanziamento sociale – si offre come strumento in grado di ricostruire relazioni, di fare coro, attraverso la parola poetica incarnata dagli attori del Teatro delle Albe e dai cittadini che sono parte del tutto. Marco Martinelli ed Ermanna Montanari sono i costruttori infaticabili di questa cattedrale dello spirito, sono gli artigiani al servizio della parola del poeta, sono gli architetti che hanno deciso di sfidare il cielo, di erigere questa loro cattedrale nel segno di un’urgenza: ridare corpo alla comunità attraverso la poesia. È infatti la vita, il suo flusso energetico che Martinelli, Montanari e il Teatro delle Albe vanno cercando, sempre e comunque, con l’obiettivo, da rabdomanti della bellezza, di scoprire il fuoco nascosto di un’umanità che ha la potenzialità di essere connessa con l’universale, di darsi per trasformare il mondo, renderlo migliore nell’attenzione all’altro, nel contatto con l’altro.

Napoli, 14 novembre 2022

Il presidente ANCT
Giulio Baffi 

Torna su