Eleganzissima: a Siena le straordinarie metamorfosi di Drusilla Foer

È possibile passare da registri comici e quelli drammatici con estrema semplicità e leggerezza? È possibile scardinare pregiudizi e mantenere il desiderio di sognare? È possibile riuscire a trasportare il pubblico in altri luoghi e mantenere sempre la terra di Siena sotto i piedi persino se si nasce a Ferrara? Con Drusilla Foer è possibile.

Estrema, irriverente, efficace, l’artista fiorentina con Siena nel cuore, il 21 luglio alle ore 21,30 in piazza Jacopo della Quercia per la programmazione di EstatEventi promosso da Teatri di Siena, ha incantato e coinvolto il pubblico senza mai far calare l’interesse con lo spettacolo Eleganzissima da lei scritto e diretto. Passando dal disprezzo alla speranza, dalla compassione all’immedesimazione, con racconti fanta-realistici, la talentuosa Drusilla Foer alias Gianluca Gori, artista a 360 gradi, fra divertenti eloqui, meravigliosi brani musicali e irriverenti battute, ha dispensato simpatia con tutte le frequenze possibili.

Le luci si spengono, una musica sottile invade la piazza, sotto le stelle di una meravigliosa notte estiva e, in mezzo ad uno sfondo blu notte, emerge una figura elegante, altissima, magrissima, con un abito sexy di pizzi e chiffon, una nuvola di capelli bianchi e un portamento che evoca la modella statunitense Carmen dell’Orefice. È subito colpo di fulmine con il pubblico; le sue frasi irriverenti sembrano carpire i pensieri di ognuno e con straordinaria efficacia liberano da tabù e stereotipi. Non c’è persona che non riesca a sorridere e commuoversi sugli straordinari racconti di Madame Foer che, fra incontri e grandi amicizie, ha girato il mondo dall’America all’Europa,  da Cuba all’Italia,

È incredibile come una artista riesca a recitare rimanendo per tutto il tempo dello spettacolo sulla frontiera arrivando a quella perfezione di equilibrio che non è mai autoreferenziale o di cattivo gusto. Drusilla vive al confine fra la femminilità e la mascolinità, ma il comico e il drammatico, fra la realtà e la più sfrenata fantasia, fra il disincanto e il sogno, fra musica alta e battute dissacranti, fra l’esagerazione e la leggerezza, fra storie familiari intricate e fluidità, per dire ad ognuno: “Sii te”. Una frase scritta dalla nonna alla fine di un diario pieno di segreti e svelamenti.  Di altissimo livello anche le canzoni eseguite da Madame Foer accompagnata dal Maestro Loris Di Leo, dal Maestro Nico Gori con la direzione artistica di Franco Godi e la produzione di Best Sound.

Si aggiungono ai Maestri di Musica in alcune occasioni anche i musicisti Ettore Bonafé e Nico Vernuccio.

Drusilla Foer, cantante  attrice, icona di stile, riesce a dividersi fra cinema, teatro, televisione, web, sostenendo le cause sociali e posando per fotografi e stilisti di fama internazionale. Il suo magnetismo e il suo carisma sono intrinsecamente gratificanti con il pregio di portare a galla le follie del mondo senza mai prendersi troppo sul serio, ma lavorando seriamente.

Torna su