Ai nastri di partenza la prima edizione dell’Apulia Fringe Festival, ad Andria dal 18 al 24 maggio e in prewiew nei giorni 24-25-26 aprile. Online (www.apuliafringe.com) il bando di partecipazione per concorrere alle selezioni. In palio ghiotte opportunità: il vincitore allestirà il proprio spettacolo nella rassegna decennale “Festival Castel dei Mondi” di Andria, un appuntamento clou nel panorama teatrale europeo; dal secondo al quinto classificato l’inserimento nel programma del Festival “Città Spettacolo” di Benevento e nella rassegna “Sale nuovo” al Teatro Parioli in Roma. Con il patrocinio dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, il sostegno di Teatro Pubblico Pugliese, GAL e Amministrazione Comunale di Andria.fringe-puglia

Il Fringe Festival in Puglia non poteva mancare. Perché la regione pullula di creatività – di incanto e cultura già si sapeva -, perché parte del talento artistico nazionale è espresso da questa terra caparbia, perché riguardo alle politiche culturali l’assetto territoriale ha dimostrato d’essere all’avanguardia, preso da modello da altre regioni, con a cuore il sostegno e l’ausilio allo sviluppo delle giovani generazioni.

Ai giovani il Fringe è rivolto. Da giovani il Fringe è fatto. Rientrato nella rete dei Fringe Italia, l’Apulia Fringe Festival si nutre dello slancio di un’associazione composta da ventenni, la “Equilibrio Dinamico”, da anni nel mondo dello spettacolo. Partners e strutture portanti dell’iniziativa: Studio Refresh per la comunicazione; associazione L’Altrove; Global Click Service.

In perfetta linea con lo spirito animatore del trend Fringe: attenzione alla novità, all’indipendente, teatro alternativo, quindi giovane, ai margini, escluso o non ancora riconoscibile. Una possibilità concreta di essere visti, graditi, notati. Critici, operatori culturali, artisti, direttori di teatri e festival, organizzatori saranno tra la folla del Fringe… e condivideranno i luoghi con le compagnie partecipanti.

logo-fringe-darkIl Fringe è un luogo: di incontro, di azione culturale, di atto creativo. Un motivo di conoscenza profonda del territorio attraverso l’arte, la rappresentazione, il dinamismo culturale. Che siano dei giovani a occuparsi di altri giovani garantisce cura, passione, lealtà.

Una giuria tecnica decreterà i vincitori nella giornata finale del Festival: Giulio Baffi (Presidente Associazione Nazionale Critici di Teatro), Anna Maria Monteverdi (docente e critico di teatro), Nicola Viesti (critico di teatro) Giulia Delli Santi (Teatro Pubblico Pugliese), Riccardo Carbutti (direttore artistico Castel Dei Mondi), Davide Ambrogi (presidente Fringe Italia), Maurizio Stammati (direttore artistico Teatro Brecht di Formia), Teresa Ludovico (direttore artistico Kismet Teatro Opera di Bari), Maurizio Pellegrino (direttore artistico Epos Teatro di Polignano). Puglia Off seguirà la rassegna in qualità di Social Media Partner.

Da sottolineare la sinergia corrisposta dalla città e i suoi abitanti alla felice riuscita dell’indotto: gli Andriesi ospiteranno gli artisti selezionati, nelle proprie dimore, consolidando una caratteristica, quella dell’accoglienza, tradizionalmente tipica, peculiare di questa terra.

Entusiasta il direttore artistico Vincenzo Losito, ventenne, e già un passato di tutto rispetto nel mondo dello spettacolo: “Finalmente siamo riusciti ad organizzare il Fringe in Puglia, ciò che mi preme sottolineare è la collaborazione di una categoria di esercenti che mi hanno dato fiducia. Il Fringe da sempre ha questo spirito giovane, creativo, ma la cosa che  contraddistinguerà questa prima edizione sarà il territorio, la sua fertilità artistica e umana,  l’ospitalità dei cittadini e, altro segno distintivo, le concrete possibilità distributive grazie alle tante collaborazioni giunte quasi all’improvviso. Il fringe avrà una struttura singolare: per una settimana la città ospiterà una trentina di compagnie. Ci saranno spettacoli, convegni e laboratori. Andria diventerà a maggio palcoscenico della creatività giovanile.”