PIACENZA – Il Teatro Gioia di Piacenza ha ospitato la festa del teatro…. la “gioia” di premiare e condividere le esperienze artistiche di attori, attrici, registi, compagnie e progetti, percorsi e professionalità di chi lavora dietro le quinte. Il Premio della Critica 2015 si è svolto in un clima di partecipazione e coesione giovedì 1 ottobre ospite della Compagnia Teatro Gioco Vita in concomitanza con l’inaugurazione del Festival L’altra scena di Piacenza. I saluti iniziali di Jacopo Maj direttore artistico del Festival L’altra Scena, di Tiziana Albasi assessore alla Cultura del Comune di Piacenza, e con la presenza di Alberto Dosi membro della Commissione Cultura Fondazione di Piacenza e Vigevano.

 

 

Enrico Marcotti e Vito Minoia premiano Ginevra Sanguigno (e Italo Bertolasi)

Enrico Marcotti e Vito Minoia premiano Ginevra Sanguigno (e Italo Bertolasi) (crediti foto Del Papa)

L’Associazione nazionale critici teatrali presieduta da Giulio Baffi ha premiato Antonio Viganò e la sua Accademia Arte della diversità, il regista Antonio Latella per le regie di “Natale in casa Cupiello”, “Ti regalo la mia morte, Veronika”. L’attore e regista Mario Perrotta “Progetto Ligabue”. Roberto Latini, regista e protagonista di “I giganti della montagna”. Il coreografo e pedagogo Alessio Maria Romano. Monica Piseddu, attrice, interprete di “Ti regalo la mia morte, Veronika”, “Alcesti”, “Zoo di vetro”, “Natale in casa Cupiello”. L’attrice Milvia Marigliano attrice in “Chi ha paura di Virginia Woolf?” e “Zoo di vetro”. Lina Prosa, drammaturga per “Trilogia del naufragio”. Lo spettacolo “Scannasùrece”, regia di Carlo Cerciello. Il premio Rivista Hystrio (presieduto da Claudia Cannella) a Lino Musella. Il Premio Rivista Catarsi – Teatri della Diversità (presieduto da Vito Minoia) al mimo e clown Ginevra Sanguigno e Italo Bertolasi (scrittore e documentarista). Fondatori di “Clown One Italia” e membri del Gesundheit! Institute di Patch Adams. Il Premio “Paolo Emilio Poesio” 2015 alla Carriera alla regista e direttrice artistica del Teatro Franco Parenti André Ruth Shammah.

Claudia Provvedini premia Carlo Cerciello (e Imma Villa) per lo spettacolo Scannasurece

Claudia Provvedini premia Carlo Cerciello (e Imma Villa) per lo spettacolo Scannasurece (crediti Del Papa)

Una cerimonia che ha visto una folta partecipazione di pubblico, artisti e personalità della cultura e appassionati. Artisti che si sono conosciuti dal vivo per la prima volta in occasione del Premio.
Il premio consegnato da Claudia Provvedini  e presentato da Enrico Marcotti è stato realizzato dall’artista Giorgio Milani. Una festa che ha visto il susseguirsi di emozioni e narrazioni a cui tutti i presenti hanno contribuito con sincera partecipazione. Il critico Enrico Marcotti ha letto le motivazioni dei premiati scelti dai giurati e dal direttivo.
Di seguito alcune delle motivazioni che hanno preceduto la consegna dei premi in un teatro allestito nell’ex chiesa un tempo intitolata al Sacro Cuore e sede dell’Ordine dei Gesuiti, risalente all’anno Mille.

Giorgio Milani (autore del Premio ANCT 2015) premia Alessio Maria Romano

Giorgio Milani (autore del Premio ANCT 2015) premia Alessio Maria Romano (crediti foto Del Papa)

Ad Alessio Maria Romano per aver “… dimostrato preziose collaborazioni – da Ronconi a Malosti a Rifici e grazie al suo contributo il teatro si arricchisca di senso e bellezza attraverso un accurato intervento coreografico. Membro del Centro internazionale della danza, docente di movimento scenico e training fisico allo Stabile di Torino e al Piccolo Teatro di Milano. Il sorprendente dono di Alessio Maria Romano al teatro, con la straordinaria competenza, intelligenza, sensibilità, incoraggia gli attori a muoversi con consapevole scioltezza nei loro ruoli”.

Claudio Facchinelli premia Antonio Viganò

Claudio Facchinelli premia Antonio Viganò (crediti Del Papa)

Antonio Viganò ha costituito la Compagnia Teatro La Ribalta “… portatrice di una poetica originale, essenziale, e raffinata sin dai suoi esordi. Fondatore dell’Accademia Arte della Diversità”, dove “esplora l’arte che racconta la diversità che si fa arte. Un esempio di eccellenza ed anomalia al tempo stesso nel panorama del teatro italiano”.

Nicola Arrigoni premia Roberto Latini

Nicola Arrigoni premia Roberto Latini (crediti foto Del Papa)

Roberto Latinifigura di capocomico di elevata e raffinata poetica ne I Giganti della Montagna”, di Pirandello restituisce universalità alle inquietudini esistenziali che permeano il lavoro del drammaturgo siciliano, incarnando nella sua unica figura di attore la sconfitta dell’arte, il cupo dissolvimento degli ideali, la paura, il travaglio umano”.

Sandro Avanzo premia Mario Perrotta

Sandro Avanzo premia Mario Perrotta (crediti foto  Del Papa)

Il Progetto Ligabue di Mario Perrotta: “… si rivela (forse anche a sé stesso) non solo il teatrante a tutto tondo già noto, organizzatore di complessi eventi di massa e perfino valente artista visivo in grado di fondere gesto, parola e segno grafico”.

Ad Antonio Latella “le regie premiate sono riferimenti ineludibili per l’entroterra culturale dell’artista che portano a risultati di eccellenza gli esperimenti di scomposizione formale/e o psicologica fin qui seguiti”.

Una festa del teatro che a seguire ha visto la recita della Compagnia Le Nina’s Drag Queens, al Teatro Filodrammatici di Piacenza, spettacolo inaugurale del Festival L’altra scena. Il teatro ha festeggiato se stesso!

(Roberto Rinaldi)