Festival delle Colline Torinesi
sabato 8 giugno 2013, ore 17.00
Foyer Manica Corta/ Cavallerizza Reale

E- CRITICS
Electronic Collection of Reviews on International Theatre and Innovative Critical Studies
“per una rivista internazionale di critica teatrale: analisi del progetto europeo tra festival e generazioni”
a cura del Festival Colline Torinesi e ANCT, Associazione Nazionale dei Critici di Teatro

E’ passato un anno dall’incontro “Della mancata globalizzazione del teatro. Per una rivista in rete plurilingue d’Europa” che si era svolto a Torino sempre nell’ambito del Festival delle Colline Torinesi. Moltissime le adesioni, tutti concordi nel riconoscere l’importanza, l’urgenza, di una rivista di critica teatrale internazionale.

Un piccolo gruppo si è quindi messo fattivamente al lavoro, anche immaginando possibili contributi europei. Questa la nuova ipotesi, che s’immagina concretamente attuabile: comporre una rete di festival attenti alle poetiche della contemporaneità (per ora se ne ipotizzano cinque, avviati già alcuni contatti, Italia/ Colline Torinesi, Romania, Croazia, Georgia, Francia)

alcuni critici delle nazioni corrispondenti (due o tre per nazionalità, di età/ esperienze diverse) seguono tutti i festival coinvolti durante i quali si confrontano nella lettura degli spettacoli ospiti. Ci saranno naturalmente dibattiti, scambi d’opinioni, approfondimenti anche con gli artisti.

il web dovrebbe raccogliere quindi, con le recensioni, anche il resoconto delle tematiche di maggiore interesse. Dovrebbero/ potrebbero scaturire questioni legate alle poetiche, all’organizzazione, alle forme espressive – ma anche alle modalità di lettura, interpretazione e scrittura sul piano critico.

importante cercare di capire anche la differenza di sguardi tra le generazioni di critici, e tra scrittura per la carta stampata e internet

Durante il dibattito alla Cavallerizza Reale verrà consegnata ai presenti la bozza attuativa su cui discutere concretamente anche in relazione alle possibilità d’accesso a specifici bandi europei.

Sono invitati critici, studiosi, appassionati di teatro, responsabili di festival, artisti.