Salvaguardare, valorizzare e utilizzare correttamente i materiali dell’archivio di Franco Quadri, scomparso il 26 marzo 2011, dando anche continuità alle linee guida della sua attività nel campo della scena teatrale contemporanea, dell’editoria e della critica, oltre che della formazione e dell’internazionalità. Sono questi gli obiettivi alla base dell’Associazione Ubu per Franco Quadri. Fondata dai figli Jacopo e Lorenzo Quadri – con un direttivo provvisorio composto da Renata Molinari,Oliviero Ponte di Pino, Leonardo Mello e Cristina Ventrucci – l’Associazione intende ampliarsi a tutti coloro che hanno collaborato col critico teatrale, saggista, traduttore ed editore milanese e ne hanno condiviso il progetto culturale patafisico.

Alimentarne la memoria e lo spirito, oltre che proseguirne l’opera, sono gli obiettivi per i quali sarà necessario mantenere e incrementare una fitta rete di relazioni: enti, organismi, istituzioni, soggetti singoli.

A questo proposito è online www.ubuperfq.org in cui sono illustrate le modalità di adesione, per le quali si può anche fare richiesta via email alla segreteria Ubulibri (segreteria@ubulibri.it Francesco Gajani tel. 02 20241604). Tra i primi atti dell’associazione, la stesura di una convenzione con la Fondazione Mondadori per la tutela, il riordino e la valorizzazione del prezioso archivio, sia della Ubulibri sia di quello personale di Franco Quadri; l’archivio vede il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la tutela della Sovrintendenza archivistica perla Lombardia. L’Associazione ha inoltre in programma di realizzare nel prossimo dicembre a Milano l’edizione 2012 dei Premi Ubu.