Giovani critici teatrali crescono e lo fanno senza peli sulla lingua e con grande competenza. Sono i vincitori della sesta edizione di Diritto di critica, l’iniziativa organizzata dal quotidiano «La Provincia» di Cremona e da Fondazione Teatro Amilcare Ponchielli che chiede ai ragazzi di vestire i panni di cronisti teatrali e recensire gli spettacoli in cartellone.

Diritto di Critica ha il patrocinio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro, rappresentata nella giornata di premiazioni di mercoledì 11 aprile a Cremona dal vicepresidente Enrico Marcotti. A partecipare sono stati 127 studenti che hanno prodotto 247 recensioni.

La giuria composta dal direttore del giornale «La Provincia», Vittoriano Zanolli, dal sovrintendente del Ponchielli, Angela Cauzzi, dai redattori Nicola Arrigoni, critico teatrale de «La Provincia», Barbara Caffie Maria Grazia Teschie dallo staff del Ponchielli Laura Seroni, Paola Coelli e Barbara Sozzi hanno individuato le tre migliori recensioni della stagione e alcune menzioni.

Hanno vinto le recensioni su Stabat Materdi Antonio Tarantino con Maria Paiato, firmata da Andrea Colla, il pezzo su Grease della Compagnia della Rancia di Silvia Andrea Russoe l’analisi severa e argomentata di Pietro Coppiardisulla Bottega del caffè di Manifatture Teatrali Milanesi. La recensione più votata dalla gioria popolare del sito del giornale www.laprovinciacr.itè stata quella di Alice Artemisu Geppetto e Geppetto di Tindaro Granata e un’ulteriore segnalazione è andata a Laura Lanfranchi, autrice della recensione su Misura per Misuradi Jurij Ferrini, per il numero di spettacoli visti e recensiti. Potete scaricare e leggere qui di seguito i pezzi dei giovani critici cremonesi qui di seguito.

ALICE ARTEMI

ANDREA COLLA

LAURA LANFRANCHI

PIETRO COPPIARDI

SILVIA ANDREA RUSSO

MOTIVAZIONI