Compito della critica è creare e favorire continue occasioni di dialogo con gli artisti, con il mondo della cultura, le istituzioni, gli enti pubblici, gli studiosi, gli spettatori, i lettori.

Con questa finalità l’Associazione Nazionale dei critici di Teatro nasce, nella sua forma attuale, nel 1969 – primo presidente Roberto De Monticelli -, ma la sua fondazione risale già a dieci anni prima, quando a Bologna un importante convegno di critici e studiosi evidenzia l’esigenza di un collegamento attivo, di crescita comune, tra coloro che hanno il compito di analizzare gli spettacoli e le poetiche artistiche, con competenza e sensibilità estetica che si rinnovano nel tempo.

L’ANCT tende oggi ad ampliare le proprie funzioni di aggiornamento e di formazione, coinvolgendo una fitta rete di iscritti che opera su tutto il territorio nazionale e su quotidiani e periodici della stampa, radio, televisione, riviste on-line, cercando costantemente un confronto interno e con studiosi e critici che svolgono attività affini per la letteratura, le arti figurative, il cinema, la danza, la musica, in una visione interdisciplinare della creazione artistica.

L’Assemblea Annuale dei Soci è l’occasione di incontro e riflessione sulle progettualità e sulle attività dell’ANCT che, facendo parte dell’Association Internationale des Critiques de Théâtre, guarda con interesse alle prospettive e alle questioni del Teatro europeo.

Tra le numerose iniziative promosse dall’ANCT, l’annuale prestigioso Premio della Critica Teatrale, che segnala gli artisti e gli eventi capaci di valorizzare la tradizione e indicare una linea di  originale innovazione nella vita teatrale del Paese.